achel

ACHEL BLONDE TRAPPIST 33 CL.

ACHEL BLONDE TRAPPIST 33 CL.

Categorie: ,

Descrizione prodotto

Storia della birra Achel

È dal lontano 1648 che si produce birra ad Achel, località situata nella provincia belga di Limburgo, ma con diverse interruzioni poiché la storia dell’abbazia fu sempre piuttosto tormentata. Il monastero di Achel venne infatti distrutto all’epoca della rivoluzione francese, per poi essere ricostruito dai monaci di Westmalle nel 1844. Nel 1871 la produzione birraria si attestò su livelli costanti, ma nel corso della prima guerra mondiale i monaci furono costretti a fuggire a causa dell’occupazione nazista, durante la quale i soldati requisirono tutte le attrezzature in rame per farne munizioni.

Il moderno birrificio trappista di Achel, la Brouwerij der Sint-Benedictusabdij de Achelse Kluis, venne fondato nel 1998 quando i monaci dell’abbazia decisero di riprendere la loro storica produzione di birra. La Achel è perciò la più “giovane” birra trappista del Belgio! Ad aiutare i monaci furono i loro “colleghi” cistercensi delle abbazie di Rochefort e Westmalle, e dopo soli tre anni le prime birre trappiste Achel in bottiglia furono messe in commercio.

Oggi la produzione di birra ad Achel rimane piuttosto limitata (solamente 4500 ettolitri all’anno); tuttavia la qualità è inversamente proporzionale alla quantità, e oggi le birre Achel sono molto richieste. Secondo quanto affermato da fratello Titus, infatti,

“La vita monastica è fatta di semplicità, di forza e di qualità. Perciò la birra trappista è il prodotto ideale per simboleggiare tutto questo. (…) la maggior parte delle birre Lager invece sono come semplici bicchieri d’acqua”.

ACHEL BLONDE TRAPPIST 33 cl.

Questa Strong Ale veste con un colore biondo opalescente, con una ricca e persistente schiuma bianca. Sentori olfattivi eccezionalmente elevati ed orientati sui lieviti e sul malto. Fresca, pungente, percorre il palato con sensazioni speziate e luppolate che si equilibrano perfettamente alla dolcezza dei cereali, lasciando trasparire l’eleganza che contraddistingue le birre Trappiste. Lungo retrogusto che diventa secco con un amaro erbaceo molto maturo.